161110_icono_product_teaser Shape Shape 161110_icono_product_teaser icon-arrow-left icon-arrow-right icon-first icon-last 161110_icono_product_teaser 161110_icono_product_teaser location-pin 161110_icono_product_teaser 161110_icono_product_teaser contact-desktop-white careers-desktop-white

DB Schenker trasporta oltre 100.000 tonnellate di componenti per centrali elettriche in Egitto

Trasporto merci con nave costiera a BurullusUn piccolo porto di pescatori trasformato in un hub di trasporto per una mega centrale elettrica a ciclo combinato gas/vapore

Lo sprint finale di un ordine gigantesco: Entro settembre, DB Schenker trasporterà un totale di 100.000 tonnellate da 400.000 metri cubi in Egitto per Siemens AG, che sta costruendo una delle più grandi centrali elettriche a gas del mondo. Burullus è sede di una delle tre centrali elettriche Siemens. Alimentato a gas naturale, ciascun impianto ha una capacità di 4,8 gigawatt, che sarà generata da otto turbine a gas di Siemens e da quattro turbine a vapore. Questa tecnologia è stata scelta per la sua elevata efficienza.

​​​​​​​
Una gru da 600 tonnellate scarica le turbine a Burullus.
I componenti pesanti vengono consegnati presso una banchina appositamente rinforzata.
I componenti pesanti, come generatori e turbine, vengono sollevati con funi d'acciaio.

I componenti singoli, tra cui turbine, generatori, trasformatori e caldaie, pesano ciascuno quasi 500 tonnellate. Ciascuna delle tre centrali elettriche ha bisogno complessivamente di 248 di questi pesantissimi componenti.

Download: Infografica

I componenti pesanti provenienti dall'Europa e dagli USA vengono spediti direttamente al porto di pesca di Burullus. I componenti dall'Asia arrivano al porto di Alessandria tramite navi oceaniche . Qui vengono caricati su piccole imbarcazioni costiere in grado di accedere al porto di Burullus, a circa 80 km di distanza, grazie ai loro scafi più piccoli.

DB Schenker si è occupata del lavoro preparatorio necessario a garantire che tali enormi componenti potessero essere scaricati al porto di Burullus: la sua profondità è stata infatti aumentata di 5,50 metri e una banchina è stata rinforzata, mentre sono state costruite delle vie di accesso e delle strutture per il magazzinaggio temporaneo. Una gru da 600 tonnellate è stata installata per scaricare i singoli componenti su rimorchi ribassati. Il porto di Burullus dista soli 16 km dal sito di costruzione.

Tutte e tre le centrali elettriche sono state attivate l'una dopo l'altra dalla fine del 2016.  

Burullus: informazioni sul progetto più grande della storia di Schenker Germania
  • Una singola turbina a gas pesa 482 tonnellate. Quasi pari al peso di 100 elefanti o 32 autobus urbani.
  • DB Schenker ha trasportato fino al delta del Nilo in Egitto otto turbine di queste dimensioni e altri 240 componenti che pesano più di 50 tonnellate ciascuno.
  • Un piccolo porto di pesca a 16 km a est del cantiere è stato completamente ricostruito nel giro di cinque mesi per consentire la movimentazione dei componenti pesanti: il canale di accesso e il bacino sono stati dragati a una profondità di 5,5 metri; sono stati costruiti 1.500 metri di strada di accesso, 6.000 metri quadrati di spazio per lo stoccaggio e un molo di 125 metri è stato appositamente rinforzato per i carichi pesanti.
  • DB Schenker ritira i componenti giganteschi prodotti in stabilimenti situati in tutto il mondo: le turbine a gas a Berlino, i generatori a Mülheim in Germania e Charlotte nello stato americano della Carolina del Nord. I trasformatori provengono da Weiz in Austria e da Zagabria in Croazia. I condensatori e le parti per le turbine a vapore provengono da Banten in Indonesia, mentre 192 moduli per le otto caldaie sono prodotti a Ulsan in Corea del Sud.
  • 316.000 metri cubi di altri componenti della centrale elettrica vengono consegnati via mare o via aerea.
  • La costruzione delle centrali elettriche in Egitto rappresenta un record anche per Siemens. La società ha firmato il contratto con il Cairo nel giugno 2015 per la costruzione di tre centrali elettriche a turbine a gas e a vapore, più dodici parchi eolici con un totale di 600 turbine. Una volta operative a pieno regime, aumenteranno la produzione energetica dell'Egitto del 50%. In termini di produzione, ciascuna delle centrali elettriche a ciclo combinato è la più grande della sua classe nel mondo.

​​​​​​​