161110_icono_product_teaser Shape Shape 161110_icono_product_teaser icon-arrow-left icon-arrow-right icon-first icon-last 161110_icono_product_teaser 161110_icono_product_teaser location-pin 161110_icono_product_teaser 161110_icono_product_teaser contact-desktop-white careers-desktop-white

Liberi dalle emissioni entro il 2030

DB Schenker vuole rendere le sue attività di trasporto nelle città europee prive di emissioni entro il 2030. L'obiettivo è quello di liberare le grandi città dall'inquinamento acustico e atmosferico con l'aiuto di soluzioni intelligenti e rispettose del clima. A tal fine, il fornitore di servizi logistici integrati promuove l'uso di veicoli elettrici o a celle a combustibile, dà la priorità alla progettazione di terminal sostenibili e mantiene un livello elevato di investimenti nella ricerca e nello sviluppo.

In quanto pioniere nel campo delle soluzioni logistiche innovative e operatore della più grande rete di trasporto terrestre in Europa, da sempre DB Schenker si preoccupa della salvaguardia del clima, anche in relazione al numero sempre maggiore di città europee che impongono restrizioni come i pedaggi o il divieto di circolazione di veicoli diesel all'interno delle città.

Continua a leggere per scoprire quali azioni DB Schenker ha recentemente intrapreso!

Download: Sostenibilità in DB Schenker

Camion, furgoni e biciclette elettrici

DB Schenker ha preso la decisione di convertire gradualmente la propria flotta di veicoli di distribuzione all'e-mobility, come parte del suo impegno per l'iniziativa globale sul clima EV100. È stato infatti programmato il passaggio a motori elettrici o a celle a combustibile per tutti i veicoli fino a 3,5 tonnellate, entro il 2030. Anche metà dei veicoli compresi tra 3,5 e 7,5 tonnellate dovrebbero essere alimentati elettricamente entro tale data. Ad oggi, la società ha già distribuito in tutta Europa 3.000 camion con vari sistemi di alimentazione alternativi.

DB Schenker gestisce oltre 50 e-cargo bike in diverse città in Francia, Germania, Norvegia e Finlandia.

In collaborazione con alcune start-up, queste biciclette vengono costantemente migliorate e ulteriormente sviluppate. L'ultima generazione può trasportare spedizioni fino a 200 chilogrammi in modo sicuro, veloce e quasi privo di emissioni.

E-trucks e e-van in varie città

Questa primavera, DB Schenker ha acquistato quattro camion eCanter, progettati dal marchio Daimler FUSO, per la distribuzione urbana a Parigi, Francoforte e Stoccarda. Inoltre, il fornitore di servizi logistici è in trattativa con FUSO per l'acquisto di ulteriori camion eCanter da introdurre in altri mercati europei. E-van di Fiat, Nissan e MAN sono operativi a Parigi, Milano e Oslo.

Il primo e-truck completamente autonomo al mondo

Il primo e-truck completamente autonomo al mondo è stato messo in funzione nella città svedese di Jönköping. Il T-pod, che è stato prodotto dalla start-up locale Einride, vede completamente eliminata la cabina di guida, poiché controllato da remoto. L'autorità di trasporto svedese ha rilasciato un permesso di prova che consente al T-pod di circolare su una strada pubblica. Ulteriori percorsi pilota in altri paesi sono in fase di pianificazione.

iHub a Berlino

Dall'anno scorso, a Berlino, DB Schenker e i suoi partner utilizzano veicoli elettrici come parte di iHub. L'obiettivo di questo progetto è quello di studiare l'integrazione di questi veicoli ecocompatibili nelle flotte convenzionali di fornitori di servizi logistici nelle principali città europee.

Terminal e city hub ad alta efficienza energetica.

I nuovi terminal e city hub di DB Schenker in tutta Europa sono potenzialmente a impatto zero e soddisfano i più recenti requisiti di efficienza energetica. Sono dotati di illuminazione a LED, sistemi di risparmio delle risorse per l'utilizzo dell'acqua piovana, pannelli solari e sistemi di ventilazione automatica e a pressione controllata. Il materiale utilizzato per la costruzione è il "calcestruzzo green" con un’impronta di CO2 inferiore del 30% rispetto al calcestruzzo tradizionale.

A Oslo, DB Schenker ha recentemente commissionato il suo primo centro di distribuzione urbana a basse emissioni di carbonio. Grazie all'utilizzo di e-car ed e-bike, il terminal ridurrà le sue emissioni di CO2 fino all'80%. In Polonia, i magazzini di DB Schenker sono già stati costruiti secondo i più alti standard ecologici.